Umidità causata da lavori edili

Umidità in una nuova casa

Cause di umidità in una casa nuova

Capita ormai sempre più spesso che i padroni di casa che hanno appena acquistato il loro appartamento o la villa tanto sognata si trovino davanti ad un problema non da poco: l’umidità che si fa strada su pareti e soffitti. Quando si parla di umidità in una casa nuova, si tratta di una nota sempre dolente: il proprietario di casa non vede l’ora di potersi trasferire nella nuova abitazione ma le macchie di muffa e i cattivi odori di cui l’umidità è causa non rendono certo l’ambiente facilmente vivibile. Di fronte a questi problemi ci si chiede cosa abbia causato l’umidità in una casa nuova e come sia possibile eliminarla il prima possibile.

Cerchiamo, allora, di risolvere questi interrogativi procedendo per passi. Occorre conoscere bene un nemico per poterlo battere a dovere e la nostra guida si propone proprio questo scopo.

La principale causa di umidità in una casa nuova

Gli esperti del settore sembrano concordare che una delle principali cause di umidità in una casa nuova sia da ricercare nella presenza di fonti di umido causate dai lavori edili appena conclusi!

La motivazione è semplice: i grandi quantitativi di acqua utilizzati per la realizzazione di un edificio, utilizzati ad esempio per impastare i leganti o il cemento stesso, non riescono ad evaporare ma una parte di essi rimane come intrappolata tra i composti ottenuti che, non permettono al liquido di evaporare del tutto. Si genera così un rilascio di umidità graduale, che causa i classici sintomi ben conosciuti. Risolvere alla radice un simile problema non è semplice, in quanto ogni cantiere è differente e non è possibile, dopo aver completato l’edificio, permettere all’acqua rimasta nelle pareti o in altre parti dell’edificio di asciugarsi completamente con degli strumenti appositi.

Prima di passare agli eventuali metodi per risolvere il problema, è bene specificare che l’umidità in una casa nuova non si manifesta sempre allo stesso modo e dopo lo stesso periodo di tempo. Proprio a causa della natura dei materiali di costruzione, così porosi e in grado di trattenere l’acqua anche per molto tempo, l’umidità in una casa nuova può manifestarsi dopo pochi mesi dalla costruzione o rivelarsi dopo un anno intero dal completamento dell’edificio.

Normalmente, il primo sintomo di un alto livello di umidità in una casa nuova è la presenza di muffe ma, in alcuni casi, l’umidità causata dai lavori edili si manifesta con gli stessi sintomi dell’umidità di risalita, ovvero lo sgretolamento dell’intonaco e le efflorescenze saline.

Rimedi per l’umidità in una casa nuova

Per ciò che riguarda i rimedi per l’umidità in una casa nuova, in realtà, non c’è molto da poter fare. L’ideale sarebbe aspettare la normale deumidificazione delle pareti, magari, monitorando i livelli di umidità presenti in casa con un apposito strumento di diagnostica. Inoltre, per cercare di allontanare il prima possibile gli odori di una forte presenza di umidità in una casa nuova è possibile arieggiare bene gli ambienti, tenendo porte e finestre aperte per almeno una o due ore al giorno.

Nel caso in cui sia possibile, ad esempio, nell’eventualità in cui il padrone di casa stia seguendo personalmente i lavori di costruzione della sua nuova abitazione, è possibile chiedere all’impresa che si sta occupando dell’edificio di aspettare che i diversi materiali si asciughino prima di procedere con un intervento successivo. E’ poi consigliabile chiedere di interporre, tra un livello e un altro, degli impermeabilizzanti che possano separare, ad esempio, massetti e pavimentazioni o altre parti dell’edificio. Piccoli accorgimenti, utili per ridurre la minaccia dell’umidità in una casa nuova e creare un ambiente in cui sia piacevole vivere.

Se la tua abitazione presenta problemi di umidità, chiedi subito di ricevere un sopralluogo gratuito da un nostro tecnico specializzato.

Condividi il Post

Commenti

Nessun commento ancora.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi un sopralluogo gratuito!

Nome e cognome (richiesto)
Telefono (richiesto)
E-mail (richiesto)

La richiesta di un sopralluogo è libera e non comporta alcun impegno.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY:
Vi informiamo che i dati forniti saranno trattati ai sensi del Codice in Materia di Protezione Dati Personali (D. legisl. 30 giugno 2003, n. 196) e non verranno ceduti a terzi. Prendendo contatto con noi, dichiarate di prestare il Vs. consenso al trattamento dei Vs. dati personali.