Umidità ideale in casa, alcuni consigli

Umidità ideale in casa

Umidità ideale in casa, alcuni consigli

Sarà capitato a tutti di chiedersi quale sia il livello di umidità ideale in casa propria. Se è vero che molti inorridiscono al pensiero che la propria casa possa essere vittima di muffe e cattivi odori, è anche vero che c’è un livello di umidità ideale in casa, in grado di offrire il massimo benessere alla famiglia che la vive e alla struttura abitativa in sé. Occorre, allora, capire quale sia e come procedere per mantenere un livello di umidità ideale nella propria abitazione.

Definiamo l’umidità

Prima di procedere, dobbiamo comprendere cosa sia l’umidità. Con il termine “umidità” si indica la concentrazione di acqua presente nell’aria ad una determinata temperatura. Questa viene calcolata in percentuale e il valore matematico espresso viene ricavato dal confronto tra la percentuale di acqua rilevata e la quantità massima di acqua che l’atmosfera può contenere a quella temperatura.

Non temete: non dovrete mai calcolare questo valore personalmente, dato che esiste uno strumento apposito. Si tratta dell’igrometro, ovvero una sorta di termometro in grado di calcolare il tasso di umidità in un ambiente. Questo strumento andrebbe utilizzato insieme al termometro, per permettere al padrone di casa di controllare costantemente il livello di temperatura e quello di umidità in casa propria e offrirgli la possibilità di raggiungere il livello di umidità ideale in casa.

Umidità ideale in casa, alcuni esempi

Dopo aver identificato cosa sia l’umidità e quali siano gli strumenti adatti a misurarla, è giunto il momento di fare qualche esempio che permetta a tutti di comprendere facilmente quale sia il livello di umidità ideale in casa o sul luogo di lavoro. La temperatura media in casa si aggira attorno ai 20°C: a questa temperatura, il livello di umidità ideale in casa non dovrebbe superare il 45%. Attenzione, però, alle generalizzazioni: se all’esterno del nostro ambiente di riferimento, la temperatura è di 30°C, la temperatura interna dovrà essere pari a 25°C e il livello di umidità potrà raggiungere il 55%. Il motivo è semplice: la temperatura di un edificio non viene condizionata solo dalla presenza o dall’assenza di sistemi di riscaldamento o di raffreddamento ma anche (e soprattutto!) dalla temperatura esterna, in grado di rinfrescare o riscaldare pareti e superfici della casa, influenzando direttamente il benessere di chi vi abita.

Consigli pratici per ottenere l’umidità ideale

Esistono dei rimedi estremamente efficaci e rapidamente attuabili, pensati per coloro che vogliono raggiungere il livello di umidità ideale in casa. Per prima cosa, una buona idea potrebbe essere quella di far arieggiare gli ambienti. Aprendo le finestre di casa e lasciando circolare l’aria per 5 minuti esatti si avrà la possibilità di regolare la temperatura di casa e di stemperare un eventuale eccesso di calore, oltre che di allontanare germi e muffe che sono soliti proliferare in ambienti umidi. Attenzione alle tempistiche: è importante ripetere questa operazione due volte al giorno, ovvero la mattina (meglio se all’alba o alle prime ore del giorno) e la sera, ma mai per più di cinque minuti né per un tempo minore. Il motivo di una simile fiscalità è da ricercare nella percentuale di umidità che potrebbe fuoriuscire o entrare in casa: uno sbalzo eccessivo di umidità si rivelerebbe infatti non appena inutile ma addirittura dannoso.

Un altro rimedio consigliabile a coloro che desiderano raggiungere il livello di umidità ideale in casa potrebbe essere quello di coibentare la propria casa, al fine di evitare una dispersione di calore. In questo caso, bisogna fare attenzione ai materiali utilizzati: sughero, fibra di legno, lana di pecora e fibra di canapa o iuta sono ideali per mantenere il livello di umidità ideale in casa e migliorare il benessere generale della famiglia. Piccoli investimenti ma essenziali per chi desidera migliorare le condizioni della propria abitazione.

Condividi il Post

Commenti

Nessun commento ancora.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi un sopralluogo gratuito!

Nome e cognome (richiesto)
Telefono (richiesto)
E-mail (richiesto)

La richiesta di un sopralluogo è libera e non comporta alcun impegno.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY:
Vi informiamo che i dati forniti saranno trattati ai sensi del Codice in Materia di Protezione Dati Personali (D. legisl. 30 giugno 2003, n. 196) e non verranno ceduti a terzi. Prendendo contatto con noi, dichiarate di prestare il Vs. consenso al trattamento dei Vs. dati personali.