Problemi di infiltrazione laterale nei muri

Infiltrazione laterale nei muri

Problemi di infiltrazione laterale nei muri

È usanza dire che il modo migliore per eliminare definitivamente l’umidità in casa sia conoscere a quale tipo appartengano le macchie di umido che si manifestano in determinati angoli. Eppure, capire le cause di quei fastidiosi odori e di quelle efflorescenze che hanno rovinato le pareti di casa o della cantina non è affatto semplice, specie per coloro che non operano nel settore. Per questo motivo, abbiamo pensato di proporre una piccola guida da seguire per imparare a conoscere le cause dell’infiltrazione laterale nei muri.

Per definizione, l’umidità proveniente da una infiltrazione laterale nei muri è dovuta a fonti umide che possono infiltrarsi in casa attraverso le pareti che dovrebbero schermare l’interno della casa ma che, per un motivo o per un altro, non riescono a proteggere l’ambiente. In particolare, l’infiltrazione laterale nei muri è dovuta a pioggia, spruzzi di acqua, pozzanghere e particolare vicinanza con laghi e fiumi, ma anche al contatto con il terreno. Si pensi alle cantine, collocate al di sotto di un edificio e a diretto contatto con il terreno, ma anche alle case costruite in prossimità di campi spesso irrigati o di laghi.

I 3 tipi di infiltrazioni nei muri

La sola vicinanza con le fonti di umidità non basta a giustificare l’infiltrazione laterale nei muri. In realtà, le cause di queste infiltrazioni sono generalmente di tre tipi.

  1. Il primo caso (e il più diffuso) è da ricercare nell’assenza di un adeguato sistema di impermeabilizzazione all’esterno delle pareti. Ciò significa che la struttura non è stata isolata a dovere e continua a soffrire della presenza delle fonti di umidità che circondano la casa.
  2. Il secondo caso (anche questo ben conosciuto) è che i sistemi impermeabilizzanti non sono stati progettati nella maniera migliore per l’edificio costruito. Accade spesso, infatti, che tecnici poco specializzati provino a realizzare dei sistemi di isolamento insufficienti o con materiali decisamente scadenti, inadatti a sopportare il trascorrere del tempo e i cambiamenti climatici e per questo non in grado di evitare l’infiltrazione laterale nei muri.
  3. Il terzo e ultimo caso (frequente anche se spesso ignorato) è rappresentato dal danneggiamento del sistema impermeabilizzante. Le conseguenze di una infiltrazione laterale nei muri possono essere notate facilmente: macchie, muffe e cattivi odori tendono a manifestarsi in breve tempo, rendendo l’ambiente insalubre e particolarmente sgradevole da vedere.

C’è chi ha provato a dare un’ulteriore spiegazione alla presenza di queste infiltrazioni. Per molti, la causa sarebbe da ricercare in diversi errori commessi al momento della costruzione dell’edificio. Non molti anni fa, infatti, si tendeva a riempire alcune aree degli scavi effettuati per le costruzioni con materiali di scarto, come mattoni tagliati e materiale da pulizie. Creare un simile miscuglio di materiali impediva la formazione di pareti e fondamenta omogenee e, pertanto, più adatte alla trasmissione dell’umido.

La soluzione

A questo punto diventa lecito chiedersi cosa fare per combattere i danni dovuti all’infiltrazione laterale nei muri.

Purtroppo non vi sono rimedi fai-da-te per i problemi di infiltrazione. Il consiglio è di contattare un esperto che possa effettuare un sopralluogo e provvedere all’individuazione delle cause specifiche dell’infiltrazione laterale nei muri. Quelle già elencate sono solo alcune delle motivazioni più diffuse che possono variare di caso in caso. Normalmente, un tecnico specializzato chiederà di effettuare un sopralluogo per verificare personalmente quali siano i malfunzionamenti del sistema isolante presente in casa, elaborando quindi qual’è il sistema più efficace da utilizzare per l’abitazione in esame.

In attesa di risolvere definitivamente in problema dell’infiltrazione laterale nei muri, però, è bene prestare alcune attenzioni. Arieggiare gli spazi interessati dall’umidità, spostare eventuali mobili che potrebbero danneggiarsi e provare a tamponare le macchie presenti sui muri possono essere dei validi metodi per cercare di contenere il diffondersi del problema.

Condividi il Post

Commenti

Nessun commento ancora.

Lascia un commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Chiedi un sopralluogo gratuito!

Nome e cognome (richiesto)
Telefono (richiesto)
E-mail (richiesto)

La richiesta di un sopralluogo è libera e non comporta alcun impegno.

INFORMATIVA SULLA PRIVACY:
Vi informiamo che i dati forniti saranno trattati ai sensi del Codice in Materia di Protezione Dati Personali (D. legisl. 30 giugno 2003, n. 196) e non verranno ceduti a terzi. Prendendo contatto con noi, dichiarate di prestare il Vs. consenso al trattamento dei Vs. dati personali.